Come pulire un computer in profondità

Come pulire un computer in profondità, è questo l’argomento di cui parleremo oggi. Sappiamo tutti quanto sia delicato un portatile e quanto sia difficile mantenere pulito non solo lo schermo ma anche i suoi componenti interni

Perchè oggi affronto questo tema? Non di certo solo per una questione estetica o di pulizia ma anche perchè dobbiamo ricordarci che un computer portatile sporco può influenzare direttamente le prestazioni, compromettere la scheda madre e il processore.

Pochi giorni fa leggevo su Focus che  La lanugine che si annida tra le ventole di raffreddamento è la principale causa del surriscaldamento del computer“.

Ecco allora come eseguire correttamente la pulizia del tuo computer, di cosa abbiamo bisogno?
  • una bomboletta di aria compressa (la trovi in tutti i negozi di ferramenta),
  • bastoncini cotonati,
  • alcol denaturato,
  • detergente delicato,
  • panni in fibra,
  • acqua 
La prima cosa da fare è ovviamente quella di spegnere e staccare il computer dalla corrente.
A questo punto iniziamo a svitare e smontare il case in modo tale da poter aver accesso al suo interno. Questa parte è chiamata telaio. Per rimuovere la polvere e la lanugine viene consigliato di adoperare una bomboletta di aria compressa per spingere fuori tutte le impurità formatesi; i getti devono essere brevi e ad una distanza non troppo ravvicinata.
Ora prendiamo i bastoncini cotonati ed usiamoli per pulire bene le ventole e la grata che compongono il case. Utilizza invece un tampone di cotone imbevuto nell’alcool per pulire bene tutte le aperture sulla parte esterna del case.
A questo punto possiamo rimontare il nostro case; questa operazione andrebbe effettuata ogni 8 mesi circa.
Passiamo ora alla pulizia della tastiera. La prima cosa da fare è girare la tastiera e scuoterla il più possibile in modo da lasciare cadere gli eventuali residui di briciole e polvere che ci sono all’interno.
A questo punto usiamo la nostra bomboletta ad aria compressa per terminare la nostra pulizia ma non è finita qui, ora passiamo intorno ai tasti un bastoncino cotonato imbevuto nell’alcol denaturato. Questa operazione andrebbe effettuata almeno una volta al mese.
Anche il mouse si sporca facilmente, per pulirlo basta staccarlo dalla tastiera, e pulire il nostro topino 🙂 sia sopra che sotto con un panno imbevuto di alcol.
Se utilizzate un mouse ottico dovete assicurarvi che non ci sia sporco sotto la lente mentre se utilizzate un mouse con la rotella, quest’ultima deve essere estratta e pulita con dell’acqua e del detergente delicato, anche  il vano che contiene la rotellina deve essere pulito questa volta utilizzate dell’alcol. Anche questa operazione andrebbe effettuata almeno una volta al mese.

 Per concludere ci manca la pulizia del monitor. Per i display a cristalli liquidi (LCD) dobbiamo inumidire con semplice acqua un panno in fibra molto morbido.

computer

NON  spruzziamo liquidi direttamente sullo schermo a meno che non compriamo dei kit apposta per pulire gli LCD. Se invece abbiamo un vecchio CRT possiamo tranquillamente un prodotto per pulire i vetri.

Pulire è meglio che curare! 🙂

Fonte: Focus

I commenti sono chiusi.

Vai alla barra degli strumenti