Pasta Corta alla Bolognese

Pasta Corta alla BolognesePasta Corta alla Bolognese

Mai ricetta è stata più contestata come la bolognese. Vista la gran varietà di ricette che se la contendono, chi la vuole con la panna, altri senza, chi dice che occorrono le fettuccine, altri smentiscono. Alla fine credo che se un piatto viene cucinato bene e con amore, sarà sicuramente ottimo a prescindere se è originale oppure no.

Detto quanto era doveroso, vorrei proporvi la mia ricetta personale vissuta per anni nel sud dell’Italia, esattamente a Napoli. Vi assicuro che  nessun commensale ha avuto bisogno di accertare se fosse originale di Bologna o meno, l’importante era che fosse buona, fatta con ingredienti genuini e freschi, il resto è venuto da solo.

Seguitemi e cercheremo di preparare insieme un’ ottimo piatto.

Occorrono:

  • Ragù alla Bolognese300 g di carne di manzo, che sia di  pancia o di spalla purchè macinata grossa
  • 150 g di pancetta di maiale
  • 1 costa di sedano
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 1/2 chilo di pomodori pelati
  • 1/2 bicchiere di vino secco
  • 1 tazza di latte
  • 1 noce di burro
  • olio extra vergine qb
  • sale e pepe qb
  • parmigiano qb

Preparazione :

Sciogliere in un tegame la pancetta tagliata fine con l’olio e il burro e le verdure tagliate molto piccole e fate appassire a fuoco molto dolce per non farle rosolare troppo.

Una volta che sono appassite aggiungere la carne macinata e fatela rosolare per bene fino a farla sfrigolare, poi andremo a versarci il vino, mescolando bene fino a quando non sarà completamente evaporato.

A questo punto possiamo mettere i pomodori passati al passaverdura oppure semplicemente schiacciati con una forchetta, tanto dovranno poi cuocere a lungo.

una volta che il pomodoro avrà iniziato a bollire, abbassare la fiamma al minimo perchè dovrà sobbollire per almeno due ore. salare e pepare. Nel caso occorresse, si potrà aggiungere del brodo per evitare che attacchi al fondo.

Solo verso la fine metteremo la tazzina di latte che sarà utile a smorzare l’ acidità del pomodoro. Se vi piace e non ci sono controindicazioni, potrete mettere della panna nel sughino, altrimenti va bene anche senza.

Senza altro indugio andiamo a mettere l’acqua per la pasta, a bollore salare e versare a piacere penne o altra pasta grossa, io ho sempre preferito gli ziti. Scolate la pasta al dente e condite con molto parmigiano grattato.

Grazie della vostra attenzione e come sempre, alla prossima!

I commenti sono chiusi.