Come Piantare e Coltivare il Prezzemolo

Come Piantare e Coltivare il Prezzemolo

Piantare e Coltivare il PrezzemoloSiamo arrivati finalmente nel mese di marzo, periodo ideale per piantare e coltivare il prezzemolo così come moltissime altre piante. La terra è in pieno fermento. Dopo il lungo letargo invernale l’orto e giardino hanno bisogno di essere ripuliti da erbacce secche e foglie cadute. Abbiamo bisogno di preparare il terreno per le nuove piantine. Quest’anno desidero piantare molto prezzemolo, visto il largo uso fatto l’anno precedente.

Per prima cosa come accennavo prima, rimboccarsi le maniche,  munirsi di guanti da giardino ed utensili vari; adiamo a far rivivere il terreno pulendolo da erbacce e fogliame secco; poi occorre individuare la zona giusta per mettere a fine marzo i semi del prezzemolo. Deve essere una zona molto illuminata dal sole,in modo particolare alla luce del mattino.

Una volta individuato il luogo giusto iniziamo a scavare il terreno per prepararlo alla semina.

Per creare una miscela adatta, se il terreno è troppo basico, meglio incorporare del muschio di torba. Per un’ottima preparazione mescolare il 50% di terriccio da vaso e un 50% di compost per dare nutriente. Questo renderà soffice ed arioso il punto in cui verrà installata la piantina e aiuterà quest a mettere le radici e far presa nel terreno.

Siccome la germinazione è abbastanza lunga e faticosa, la si può agevolare usando questo metodo: teniamo i semi a bagno per una intera notte, oppure strofinare i semi con carta vetrata per renderli meno coriacei e favorire la fuoriuscita del germoglio.

Scavare con la paletta da giardino creando dei filari distanziati 12-15 cm tra loro non molto profondi,basteranno 2 cm di profondità e ad intervalli regolari mettere i semi.

Coprire i semi con manciate di terreno e innaffiare spesso,ma evitare di fare accumularne troppa, perchè il prezzemolo non ama i ristagni d’acqua.

Una volta che saranno uscite le piantine ,nel caso fossero troppo fitte o troppo vicine possiamo sempre diradarle separandole  a zolle delicatamente senza strappare le radici.

La prossima preparazione nell’orto sarà dedicata tutta al basilico. Grazie e alla prossima.

I commenti sono chiusi.