Calzone Imbottito Fritto in Padella

Calzone Imbottito Fritto in Padella

Il classico calzone imbottito e poi fritto in padella, non è mai stato così facile per me. Penso che anche per tantissime altre persone che come me hanno poco tempo per uscire con amici, oppure troppo stanche e reduce di una settimana di lavoro per mettersi ad elaborare impasti lunghissimi ed elaborati ci si arrende prima di cominciare.

Ma come vi dicevo, ho semplificato la ricetta dell’impasto tradizionale delle pizzerie con le bustine di agente lievitante a lievitazione istantanea, ce ne sono di diverse marche importanti e oramai conosciutissime da anni, ed allora diamo il via ad una preparazione oltre che la mia ricetta preferita è il calzone imbottito in padella.

Calzone FrittoOccorre per 5/6 persone :

  • 500 gr di farina
  • 1 bustina di lievito di birra secco attivo naturale
  • mezzo bicchiere di olio
  • sale

Si dispone a fontana sulla spianatoia. Sciogliere in acqua tiepida un cucchiaino di zucchero e aggiungere il contenuto della bustina di lievito lasciando stemperare per circa venti minuti e agitando di tanto in tanto. La soluzione è pronta da impiegare quando ha raggiunto un abbondante schiuma.

Aggiungetelo alla farina,unite l ‘olio e un pizzico di sale e impastate con le mani fino ad ottenere un impasto morbido. Quando la vedrete liscia, sollevatela e sbattetela contro la spianatoia finchè si staccherà facilmente.

Ponetela a lievitare in una terrina infarinata coperta con un tovagliolo.

Utilizzate la pasta per pizza solo quando avrà raddoppiato il suo volume.


Per il ripieno occorrono:

  • 200 gr di prosciutto cotto
  • 5o gr di salame saporito (magari piccante se piace )
  • 150 gr di provolone tipo Auricchio
  • 150 gr di mozzarella per pizza
  • 50 gr di pecorino fatto a scagliette piccole
  • una scamorza affumicata

Calzone Imbottito Fritto in PadellaTagliuzzare e mescolare in una terrina gli ingredienti per essere poi ripartiti nei calzoni in dosi uguali.

Prendere la pasta e staccandone un pezzo per volta  stenderla col mattarello fare un disco rotondo, inserire al suo interno una manciata di ripieno,poi piegare a metà formando una mezza luna, chiudere bene i lembi schiacciando con le dita per sigillare l’apertura e proseguire col resto dell’impasto a finire. Aiutarsi con la farina per non farle attaccare sul tavolo.

Friggere uno per volta in olio di semi di girasole oppure olio di vostro gradimento,molto caldo. Versate con un cucchiaio olio caldo sulla parte che sporge. Appena imbiondita, giratela su se stessa e completate la cottura.

Un ulteriore consiglio è l’ aggiunta di salsa semplice di pomodoro da servire a parte in tavola per coprire ogni calzone ,e una generosa pioggia di formaggio grana grattugiato.

Vi assicuro che mai pizza è stata più gradita in casa mia. Spero sia così anche per voi .

Grazie e alla prossima.

I commenti sono chiusi.