Preparare la Crema Pasticcera

crema-pasticceraSaper fare una buona crema pasticcera è la base da cui partire, è essenziale per chiunque desideri cimentarsi nell’arte della pasticceria, viene impiegata in mille ricette, tra le più conosciute abbiamo il ripieno dei bignè o anche solo i cannoncini.

Ma veniamo al dunque, realizzare una crema pasticcera che si rispetti è relativamente semplice, il segreto sta nell’amalgamare il latte in modo graduale alla miscela di uova zucchero e farina, mescolando continuamente ed a fuoco lento.

Spesso viene preparata amalgamando il latte tiepido riscaldato a parte ma non è realmente necessario se viene amalgamato gradualmente e si ha sufficiente cura che non si verifichino grumi nell’impasto.

Ingredienti:

500 gr di Latte

6 tuorli d’uovo

50 gr di Farina

150 gr di Zucchero

1 stecca di vaniglia

crema pasticcera

Procuratevi una terrina abbastanza capiente ed aprite le uova facendo attenzione a non lasciar finire dentro gli albumi, aggiungetevi quindi lo zucchero e cominciate a mescolare i vostri tuorli con un cucchiaio.

Gli albumi delle uova che avrete avanzato riponeteli in frigo, aspettate a buttarli perchè potreste riutilizzarli per altro, come delle deliziose meringhe!

Se vi è comodo utilizzate uno sbattitore elettrico per aiutarvi, dunque incorporate un pò per volta anche la farina ed aggiungete i primi quantitativi di latte.

E’ importante mantenere sempre in agitazione la crema ed assicuratevi che non si formino grumi nel procedimento, portate quindi la vostra crema in un pentolino da porre sul fuoco, con una fiamma bassa proseguite a mescolare ed un pò per volta aggiungete altro latte.

Inserite infine anche la vaniglia e proseguite a mescolare la vostra crema finchè non inizierà ad addensarsi, a questo punto sarà arrivato il momento di spegnere la fiamma, proseguite tuttavia a mescolare la vostra crema con un cucchiaio ancora un pò finchè non si sarà raffreddata.

La vostra crema pasticcera è pronta per essere utilizzata, in questa variante abbiamo scelto di inserire la vaniglia per caratterizzarla ma ci sono molteplici altre possibilità, come l’aggiunta di un liquore o qualche scorza di limone da rimuovere dopo la cottura, l’unico limite è la vostra fantasia!

I commenti sono chiusi.