Polpi Veraci al Sugo di Pomodoro con Spaghetti

Polpi Veraci al Sugo di Pomodoro con Spaghetti

Prima di passare alla ricetta dei Polpi Veraci al Sugo, anch ‘esso conosciutissimo ovunque ma cucinato innanzitutto al sud,nello specifico Napoli, ma anche Sicilia, è bene sapere come riconoscerlo.

Per non confondersi con altri tipi di cefaloidi osserveremo bene com’è fatto un polpo; oltre al colore,che è importante, per poter effettuare il riconoscimento,osservare la disposizione delle ventose sui tentacoli: nel polpo sono disposte in modo simmetriche in due file mentre nel moscardino sono disposte in un’ unica fila.

Il polpo fa’ parte anch’esso della oramai famosa dieta mediterranea in quanto molto povera di calorie ma come tutti sapranno, ricco di grassi OMEGA 3 quindi consigliabile. Per fare un ottimo piatti di spaghetti col polpo occorre procurarsi dal pescivendolo di fiducia dei polpi assolutamente freschi, ne va della riuscita del piatto.

Occorrente:

  • 750 g di polpi veraciPolpi Veraci al Sugo di Pomodoro con Spaghetti
  • 650 g di polpa di pomodori San Marzano
  • 400 g di spaghetti
  • 3 spicchi di aglio
  • 3 peperoncini piccanti (o se preferite, pepe)
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • 1 tazzina di vino bianco

Preparazione:

In un tegame capiente mettere a rosolare l’aglio nell’olio e peperoncino,aggiungere i polipi e insaporire a fiamma moderata per qualche minuto continuando a girare per non farli attaccare sul fondo. Quando cominceranno a tirar fuori l’acqua aumentare la fiamma affinchè si riprende il bollore ancora per un po’,  sfumare poi col vino continuando a girare.

A questo punto possiamo aggiungere i pomodori e il prezzemolo lavato. Ripreso il bollore posizioniamo le teste dei polpi sul fondo, per evitare bruciature e i tentacoli verso l’alto del tegame. Procedere la cottura a fuoco bassissimo a tegame coperto per trenta minuti girando ogni tanto.

Terminato il tempo spegnere il fuoco e lasciare coperto per altri trenta minuti affinchè i polpi “affoghino”nello stesso sugo (da qui il termine polpo affogato). Possiamo ora toglierli dal sugo per controllare la fluidità dello stesso, probabilmente sarà ancora da restringere per poter condire la pasta. Controllare com’è di sale.

Non ci resta altro da fare che lessare la pasta e condire col sugo di pomodoro ai polpi. Sonno certa che farete un figurone e vorranno fare il bis.

Non mi resta che augurarvi buon appetito. Alla prossima ricetta.

I commenti sono chiusi.